• Document: RELAZIONE TECNICA DI PARTE VERTENZA DI LAVORO COMPUTO DIFFERENZE RETRIBUTIVE & TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO
  • Size: 59.04 KB
  • Uploaded: 2018-12-07 09:36:34
  • Status: Successfully converted


Some snippets from your converted document:

RELAZIONE TECNICA DI PARTE VERTENZA DI LAVORO COMPUTO DIFFERENZE RETRIBUTIVE & TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Io sottoscritto Parente Antonello, in qualità di Consulente del Lavoro, iscritto all’Albo di Roma, con n. 4499, in nome e per conto del Sig. …...................., nato a …......................., il …......................., C.F. …............................., incaricato di effettuare il computo delle differenze retributive ed il calcolo del trattamento di fine rapporto, in merito al rapporto di lavoro intercorso con la società “.......................”, in base alla documentazione consegnatami ed in relazione a quanto dichiarato dal dipendente stesso, ho riscontrato quanto segue: DATI DIPENDENTE Cognome e Nome: …....................... Luogo e data di nascita: …....................... Codice Fiscale: …....................... Residenza: …....................... DATI DATORE DI LAVORO Ragione sociale: …........................ Forma giuridica: …........................ Sede legale: …........................ P.Iva …........................ Codice Fiscale …........................ OGGETTO DEL CONTEGGIO  Qualificazione del rapporto di lavoro  Diritto alla qualifica superiore  Computo differenze retributive  Computo trattamento di fine rapporto SITUAZIONE RISCONTRATA Data inizio rapporto di lavoro: 1° Febbraio 1998 Data fine rapporto di lavoro: 31 Marzo 2016. Dal 01.02.1998 al 09.10.2006 : lavoro “in nero” Tipologia contratto di lavoro: Dal 10.10.2006 al 09.04.2010: apprendistato professionalizzante Dal 10.04.2010 al 31.03.2016: tempo indeterminato Dal 01.02.1998 al 09.10.2006 : lavoro “in nero” Qualifica e livello: Dal 10.10.2006 al 09.04.2010: apprendista 5° livello Dal 10.04.2010 al 31.03.2016: operaio 5° livello Lunedì: 06.30–13.45 (7 ore e 15 minuti senza pausa pranzo) Martedì: 04.40–13.30 (8 ore e 50 minuti senza pausa pranzo) Orario di lavoro: Mercoledì: 06.30–13.45 (7 ore e 15 minuti senza pausa pranzo) Giovedì: 04.40–13.30 (8 ore e 50 minuti senza pausa pranzo) Venerdì: 06.30–13.45 (7 ore e 15 minuti senza pausa pranzo) Sabato: 06:30–11.30 (5 ore) Ore retribuite: 40 ore settimanali Ore di straordinario diurno: Non sono mai state retribuite Le ferie sono state conteggiate in giorni. (2,16 giorni al mese). A Novembre 2014: la Voce “Ferie residue” era pari a 63,26 Ferie (173 ore annuali) giorni. A Dicembre 2014: la Voce “Ferie residue” era pari a 26,04 giorni. Questi 37,22 giorni di ferie non sono mai stati pagati né tantomeno fruiti. Inizialmente, sono stati conteggiati nei cedolini paga e poi, a partire da Maggio 2012, sono stati, volutamente, eliminati. Ad Aprile 2012: Voce “R.O.L. Residui” era pari ad ore 73,33 A Maggio 2012: Voce “R.O.L. Residui” era pari a zero ore Queste 73,33 ore non sono mai state retribuite né fruite. Permessi retribuiti (16 ore annuali) Contemporanemente, da Luglio 2011, nei cedolini paga è stata attivata la Voce “Permessi residui”. Anche in questo caso a Dicembre 2014 sono stati, artatamente, eliminati. A Novembre 2014: Voce “Permessi Residui” era pari ad ore 54,65 A Dicembre 2014: Voce “Permessi Residui” era pari ad ore 16,00 Queste 38,65 ore non sono mai state retribuite né fruite. Relativamente ai “Permessi retribuiti ex festività soppresse” è Permessi retribuiti ex avvenuta la medesima cosa dei “Permessi retribuiti”. festivi

Recently converted files (publicly available):