• Document: Università di Roma Tre Dipartimento di Matematica e Fisica Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 Fondamenti) 6 Introduzione al linguaggio C Marco Liverani
  • Size: 144.84 KB
  • Uploaded: 2020-09-16 18:13:27
  • Status: Successfully converted


Some snippets from your converted document:

Università di Roma Tre - Corso di Laurea in Matematica a.a. 2015/2016 Università di Roma Tre – Dipartimento di Matematica e Fisica – Corso di Laurea in Matematica Appunti del corso di Informatica 1 (IN110 – Fondamenti) 6 – Introduzione al linguaggio C Marco Liverani (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario •  Struttura di un programma •  Direttive del precompilatore, inclusione degli header •  Dichiarazione di variabili •  Operatori aritmetici, logici e di confronto •  Definizione di funzioni •  Passaggio di parametri alle funzioni •  Struttura condizionale •  Strutture iterative •  Compilazione M. Liverani - Appunti di Informatica 1 (IN110) - Introduzione al linguaggio C 1 Università di Roma Tre - Corso di Laurea in Matematica a.a. 2015/2016 Struttura di un programma C 1 •  Un programma C è costituito da –  Inclusione di librerie –  Definizione di costanti e variabili globali –  Definizione di funzioni –  La funzione main •  Esempio: #include <stdlib.h> Direttive per il precompilatore #define PI 3.1415 float media(int a, int b, int c) { … Definizione di funzioni } int main(void) { … Definizione della funzione main } Struttura di un programma C 2 •  In C le parentesi graffe delimitano blocchi di istruzioni che fanno parte di un medesimo “contesto” (es.: il corpo di una funzione, le istruzioni da eseguire all’interno di un ciclo, …). •  Ogni istruzione in C termina con un punto e virgola “;”. Esistono però numerose eccezioni. •  Il C è case sensitive: il compilatore è sensibile alla differenza fra lettere maiuscole e minuscole; quasi tutte le parole chiave del linguaggio sono scritte con caratteri minuscoli. •  Ogni programma C contiene una funzione main da cui ha inizio l’esecuzione del programma stesso. •  I commenti sono delimitati dai simboli “/*” e “*/”. M. Liverani - Appunti di Informatica 1 (IN110) - Introduzione al linguaggio C 2 Università di Roma Tre - Corso di Laurea in Matematica a.a. 2015/2016 Direttive del precompilatore 1 •  Il linguaggio C è molto povero: è costituito da poche istruzioni. •  È però arricchito da numerose librerie in cui vengono definite funzioni che è possibile utilizzare nei programmi. •  Per usare tali funzioni prima di iniziare la compilazione del programma il

Recently converted files (publicly available):